Fino all'osso è un film del 2017 diretto da Marti Noxon e affronta il tema delicato e complesso dell'anoressia attraverso la storia di Ellen, una giovane donna intrappolata nella morsa di questo disturbo alimentare.

Trama e Personaggi

Ellen (Lily Collins) è una ventenne che combatte contro l'anoressia da anni. Ha già sperimentato diversi centri di recupero senza successo, quando i suoi genitori la affidano alle cure del Dr. Beckham (Keanu Reeves), un medico che utilizza metodi non convenzionali per trattare i disturbi alimentari.

Nel centro di recupero di Beckham, Ellen incontra altri pazienti con storie simili alla sua. In un ambiente di supporto e confronto, inizia ad affrontare le sue paure e i suoi demoni interiori, imparando ad accettare il suo corpo e a sviluppare un rapporto sano con il cibo.

L'interpretazione di Lily Collins è intensa e toccante. L'attrice riesce a trasmettere la sofferenza e la complessità di Ellen, donandole una profonda umanità.
Il film affronta un tema delicato con sensibilità e realismo. Non si limita a mostrare gli effetti fisici dell'anoressia, ma esplora anche le cause psicologiche e le implicazioni emotive del disturbo.
La regia di Marti Noxon è delicata e mai voyeuristica. Evita di spettacolarizzare la sofferenza di Ellen, scegliendo di concentrarsi sul suo percorso di crescita e di rinascita.

Alcune scene del film possono risultare disturbanti per chi ha sofferto di disturbi alimentari,  il ritmo del film è a tratti un po' lento, il finale è un po' troppo aperto e lascia alcune questioni in sospeso.
In definitiva, Fino all'osso è un film importante che offre uno spaccato realistico e toccante di un tema spesso ignorato. È un film che può sensibilizzare il pubblico sull'anoressia e aiutare chi ne soffre a sentirsi meno solo.

Il trailer: